Fantascienza e sinistra | abstract della tavola rotonda

Nella cornice del 9 giugno, G. Spagnul N. Gallo M. Philopat e D. Barbieri (con un contributo di G. Fucile) animeranno una tavola rotonda con reading dal titolo “La sinistra, la fantascienza e Antonio Caronia”. Vi aspettiamo alle ore 15 in Fond. Mudima.

Riflettere sull’immaginario fantascientifico nell’Italia dell’antagonismo di sinistra degli anni Settanta, significa cercare di capire quali tensioni, cambiamenti e mutazioni si stessero palesando sotto la luce delle ultime morenti utopie storiche. Continue reading “Fantascienza e sinistra | abstract della tavola rotonda”

Antonio Caronia e la fantascienza

di Giuliano Spagnul

“La fantascienza è una costellazione di immagini che passano di opera in opera, e così facendo si amplificano, si arricchiscono, si trasformano.” 1 Che cos’è un genere letterario se non l’amplificazione massima di questo passamano di immagini di opera in opera? La fantascienza, come genere letterario popolare di massa, è forse il migliore esempio di questa specie di evoluzionismo per assemblaggio, per variazioni, che una volta accettate entrano a far parte di un sistema di regole condivise. Stare alle regole ma allo stesso tempo innovarle, cioè tradirle. La fantascienza è piena di leggi, di regole, di teorie; tutte devono sottostare a una logica di plausibilità. Cioè, per quanto astruse, devono avere una loro coerenza interna, una loro logica; se mai opposta a quella che noi consideriamo veramente tale, ma comunque costruita secondo dei criteri, che non vanno trasgrediti senza una motivazione coerente (compatibile) a quella logica stessa. Continue reading “Antonio Caronia e la fantascienza”